MEF, entrate tributarie in calo a gennaio-ottobre

14 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le entrate tributarie del periodo gennaio – ottobre 2010 mostrano un risultato superiore rispetto a quello registrato nel corrispondente periodo dell’anno passato, con un incremento netto di 3.188 milioni di euro (+1,0 per cento). In particolare le entrate tributarie del bilancio dello Stato registrano una variazione negativa di –5.263 milioni di euro (-1,7 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; la flessione è imputabile al previsto minor versamento a saldo registrato a febbraio 2010 dell’imposta sostitutiva su interessi e altri redditi da capitale, all’andamento dell’autoliquidazione e al previsto venir meno di entrate una tantum. Anche il trend delle imposte degli enti territoriali registra una variazione negativa di –125 milioni di euro (-0,4 per cento). Al contrario, risulta favorevole l’andamento dei ruoli incassati, che nel periodo evidenziano una crescita pari a 493 milioni di euro (+13,6 per cento). Nel complesso, quindi, le entrate tributarie del bilancio dello Stato e degli enti territoriali, inclusi gli incassi erariali dei ruoli e l’effetto nettizzante delle poste correttive evidenziano un incremento pari a 3.188 milioni di euro (+1,0 per cento), attestandosi a 316.597 milioni di euro per il 2010 contro 313.409 milioni di euro per il 2009. In questo periodo dell’anno va ricordato che le compensazioni d’imposta, comprese nelle poste correttive, risultano in forte diminuzione mostrando una riduzione di ben 8.083 milioni di euro (26,8 per cento).