MEDIA: VIACOM ACCUSATA DI VIOLAZIONI ANTITRUST

13 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il Wall Street Journal riporta che Sumner Redstone, presidente del colosso media Viacom (VIA – Nyse) testimoniera’ oggi davanti a una corte federale del Texas per rispondere alle accuse avanzate da un gruppo di piccoli retailer video al colosso del noleggio video Blockbuster (BBI – Nyse) – divisione di Viacom – di violazione delle leggi antitrust.

Secondo le accuse, Viacom e altri grandi studios americani, avrebbero cospirato per buttare fuori dal mercato i piccoli retailer.

I retailer che hanno citato in giudizio gli studios sono Lone Star Videotronics di San Antonio, Phoenix-Merchant Investments di Sacramento (California) e The Big Picture Video di Syracuse (New York)

A dover rispondere alle accuse, oltre a Blockbuster, controllata di Viacom, sono le divisioni degli studios cinematografici Paramount, Buena Vista, Columbia Tri-Star, Universal Studios e Twentieth Century Fox.

Paramount e’ anch’essa una divisione di Viacom, Buena Vista, e’ posseduta dal colosso Walt Disney (DIS – Nyse), Columbia Tri-Star fa parte di Sony Corp (SNE – Nyse, Universal Studios e’ di Vivendi Universal (V – Nyse), Twentieth Century Fox e’ posseduta dalla News Corp. (NWS – Nyse).

Tutti i titoli di questi gruppi sono in calo nelle contrattazioni odierne.