Questa sera, alle 21 in diretta: WSI Smart Talk con Gabriele Gravina, presidente Federcalcio

27 Luglio 2021, di Redazione Wall Street Italia

Stasera, 27 luglio 2021 alle ore 21 segui lo speciale WSI Smart Talk dal titolo “Gabriele Gravina dalla promozione in B con il Castel di Sangro alla vittoria dell’Europeo con la Nazionale Italiana. 25 anni dopo”.

La cura dei contenuti e la conduzione dell’evento sono affidati a Leopoldo Gasbarro, direttore di Wall Street Italia.

La trasmissione, che sarà trasmessa sui canali online e social di Wall Street Italia, e per l’Abruzzo dall’emittente Rete8 sport, sarà arricchita dalla presenza di altri importantissimi e straordinari ospiti di prestigio nazionale ed internazionale.

Piazza Plebiscito a Castel di Sangro si trasforma nel palcoscenico ideale per raccontare una delle più belle storie imprenditoriali, umane e sportive del nostro Paese. Venticinque anni fa il Castel di Sangro battendo ai rigori l’Ascoli nello spareggio di Foggia, fu promossa in serie B.

Presidente della Federcalcio. Presidente di un’Italia che sa far bene le cose

Gabriele Gravina è diventato presidente della Federcalcio italiana (FIGC) nell’ottobre 2018 ed è stato rieletto per un secondo mandato nel 2021. Quando è arrivato la Nazionale Italiana era allo sbando. Con il pareggio per zero a zero a San Siro con la Svezia, la comitiva azzurra raggiunge il suo punto più basso, il vertice negativo di una parabola discendente che era già cominciata qualche anno prima. Non riesce a qualificarsi ai mondiali. E’ un momento buio, dal quale non si riesce ad uscire.

L’arrivo di Gravina cambia le carte in tavola. L’ex presidente del Castel di Sangro vuole ricostruire, puntare tutto sui giovani, sulla simpatia di un gruppo che oggi è arrivato fino a qui, fino ad una finale del Campionato d’ Europa che rappresenta, come per il Castel di Sangro, il completamento di un percorso. Lui sceglie gli uomini prima dei professionisti, poi gli artefici di una galoppata straordinaria. Gravina punta su Roberto Mancini allenatore. Ed ha ragione nel farlo.