Marks & Spencer, vendite in aumento ma outlook cauto

7 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Aleggia un clima di estrema cautela in casa del retailer britannico Marks & Spencer, che pure ha potuto contare su una perfomance solida. Il secondo trimestre si infatti è chiuso con vendite totali in aumento del 6,5%, mentre quelle same-store (ovvero nei negozi aperti da almeno un anno) a livello domestico, che rappresentano il core-business dell’azienda, sono balzate del 5,3%. Tuttavia il retailer ha avvertito che la situazione a livello commerciale peggiorerà e che i costi operativi saliranno al top delle attese. I redditi disponibili delle famiglie subiranno una grande pressione a causa dell’aumento delle imposte sul valore aggiunto e ai tagli alle spese. Non aiuterà inoltre il crescente costo delle materie prime. “Per questo il nostro outlok resta cauto per il resto dell’anno e oltre”, ha affermato Marks & Spencer. La notizia non sta avendo impatti disastrosi sul titolo, che a Londra limita la discesa ad un -0,69%.