Manovra: Sacconi, “refuso” su 40 anni pensione da cancellare

2 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “È stato un refuso, lo cancelleremo”. Lo ha detto il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi riferendosi all’emendamento che aggancia anche i 40 anni di contributi all’adeguamento all’aspettativa di vita dal 2016. Dunque chi matura 40 anni contributivi potrà andare in pensione indipendentemente dall’età anagrafica. Resta però l’adeguamento, ogni tre anni, dell’età di pensionamento all’aumento della speranza di vità, che farà si che nel 2050 si andrà mediamente in pensione tre anni e mezzo più tardi rispetto ad adesso.