MANNESMANN RESPINGE L’OFFERTA VODAFONE

14 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Mannesmann ha ufficialmeterespinto l’offerta di acquisizione ostile della società anglo-americana Vodafone AirTouch.

“L’offerta Vodafone è totalmente inadeguata e presenta siginificativi rischi”, sottolinea un comunicato, distribuito pochi minuti prima della conferenza stampa a Duesseldorf del capo della Mannesmann Klaus Esser.

L’offerta, si spiega, non prende in giusto conto la posizione strategica unica della Mannesmann e i benefici che essa comporta. “Per tale ragione il Consiglio di amministrazione della Mannesmann, con il pieno appoggio del Consiglio di sorveglianza, raccomanda all’unanimità ai suoi azionisti di respingere l’offerta Vodafone”.

Giusto oggi un’importante associazione di azionisti negli Usa, la Iss, ha dato il suo sostegno all’offerta ostile di Vodafone. Questo, secondo il Wall Street Journal. Alla Iss fanno capo circa 500 investitori istituzionali, tra i quali anche Fidelity Investment e Alliance Capital Management.

Ma Esser non si fa intimidire: nel corso della conferenza stampa indetta per illustrare il no all’opa di Vodafone, il numero uno di Mannesmann ha detto che “noi siamo i migliori in Europa e di gran lunga avanti rispetto alla compagnia anglo-americana; siamo innovatori, siamo avanti all’onda, non dietro”.

Secondo Esser, Mannesmann è un passo avanti a Vodafone, con migliori prospettive di successo e crescita. “E’ su queste considerazioni che gli azionisti devono prendere la loro decisione, e comunque Mannesmann rispetterà qualsiasi decisione”.