MANAGER ITALIANI LAVORANO COME I CINESI

8 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 8 giu –“Non si ammalano, lavorano di sabato, domenica, quasi mai a Natale, se proprio si ammalano lavorano lo stesso, rispondono sempre al telefono e alle mail, anche in vacanza, lavorano tanto: il 79,82% di loro dalle nove alle 11 ore. Come in India, Cina e Giappone, solo meno regolamentati”. E’ quanto emerge dall’Indagine “L’impegno manageriale”, realizzata su un campione selezionato di 109 direttori del personale di aziende medio grandi dal Gruppo Intersettoriale Direttori del Personale (Gidp/Hrda). Dalla ricerca emerge il quadro di una categoria molto sana e molto coinvolta nel lavoro. Ben il 40,36% di loro si è diligentemente presentato in ufficio pur stando veramente male dalle 10 alle 20 volte, ma l’11,93%, incurante del dolore, lo ha fatto più di 50 volte. Oltre la metà (il 58,72%) si porta il lavoro a casa, anche durante la settimana: e il 18,35 ci dedica da una a tre ore a settimana, il 23,85 da tre a cinque, mentre un 10,09 intorno alle sei/otto ore. Il telefono squilla e il manager risponde sempre. Anche la mail non viene trascurata, nemmeno nel week-end, da quasi la metà di loro (il 49,54%), che la controlla da casa. Così come per il 46,79%, durante le ferie contrattuali, sono incluse nel pacchetto vacanze da una a cinque chiamate dall’ufficio. Perché lo fanno? E la risposta è semplice, ma tutt’altro che scontata: lo fanno perché c’è molto lavoro da sbrigare (62,39%), gli piace il lavoro (36,70) e si identificano con l’impresa (24,77). Insomma sono contenti e sostanzialmente fieri del proprio impegno.