“Lombard bond” aiuteranno a finanziare un piano d’investimenti da 3 miliardi

22 Aprile 2020, di Alberto Battaglia

La giunta della Regione Lombardia ha approvato un piano di investimenti da 3 miliardi di euro che andrà a finanziare opere cantierabili fra il 2020 e il 2020, con l’obiettivo di “far lavorare le aziende dopo l’emergenza innescata dal Covid-19.

Il piano di investimenti, annunciato il 20 aprile dall’assessore al Bilancio, Davide Caparini, prevede che una quota della cifra complessiva, pari a 400 milioni di euro, vada a finanziare opere di Comuni e Province.

Finanziamento tramite “Lombard bond”

Questo “Piano Marshall”, come la stessa Regione Lombardia l’ha definito nella nota ufficiale, prevede di finanziarsi attraverso l’emissione di obbligazioni, se e nella misura in cui ciò dovesse essere necessario.
I Lombard bond saranno autorizzati in base alle effettive necessità di cassa, come farebbe un buon padre di famiglia”, comunica una nota della Regione, “è la seconda volta che la Lombardia potrebbe utilizzare questo strumento di finanziamento. Infatti, dopo la crisi dell’11 settembre 2001, la Regione, il 17 dicembre, decise un piano straordinario per le infrastrutture (i Mondiali di sci, acquisto di materiale rotabile, dissesto idrogeologico). Nonostante il programma prevedesse 2 miliardi di dollari di emissioni, l’efficiente gestione dei flussi di cassa consentì di ridurre l’esposizione ad un solo miliardo”.

La possibilità di emettere obbligazioni per le regioni italiane è ammessa, come recita anche lo statuto della Lombardia (art. 56), per le sole spese d’investimento: pertanto è bene precisare che i Lombard bond non potranno in alcun modo costituire una fonte di finanziamento per politiche sociali, di sostegno al reddito.

“Da subito metteremo a disposizione soldi veri per far ripartire i cantieri. Non c’è tempo da perdere” aveva dichiarato in conferenza stampa l’assessore Caparini.

I finanziamenti previsti per ciascuna provincia

Nel dettaglio, ecco i milioni di euro che risultano destinati al finanziamento dei cantieri per ciascuna provincia:

  • Bergamo: 52.950.000 euro
  • Brescia: 49.800.000 euro
  • Como: 27.750.000 euro
  • Cremona: 16.950.000 euro
  • Lecco: 15.550.000 euro
  • Lodi: 9.700.000 euro
  • Mantova: 17.000.000 euro
  • Milano: 60.550.000 euro
  • Monza e Brianza: 25.350.000 euro
  • Pavia: 28.050.000 euro
  • Sondrio: 10.900.000 euro
  • Varese: 34.100.000 euro.