Lo studio di fase II valuta i vantaggi clinici del pomalidomide nei pazienti affetti da mieloma

13 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Celgene International Sàrl, società affiliata a Celgene Corporation (NASDAQ: CELG), ha annunciato che la sua terapia orale a base di pomalidomide è stata sottoposta a valutazione come trattamento potenziale per i pazienti affetti da mieloma multiplo recidivo e refrattario già sottoposti a precedenti terapie a base di REVLIMID (lenalidomide) e bortezomib. I dati clinici sono stati presentati nel corso del 53esimo meeting annuale della società americana di ematologia che si è svolto a San Diego, in California. Lo studio clinico di fase II, denominato MM-002, era di tipo randomizzato e ha valutato l’effetto del pomalidomide somministrato con desametasone a basso dosaggio, rispetto al solo pomalidomide, sui pazienti affetti da mieloma multiplo recidivo e refrattario. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Celgene International SàrlInvestitori:+41 32 729 8303ir@celgene.comoppureMedia:+41 32 729 8304media@celgene.com