Listini ampliano performance con Futures USA

8 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si rafforzano i listini del Vecchio Continente, seguendo il miglioramento dei futures sugli indici di Wall Street, grazie al dato sulle richieste di sussidio alla disoccupazione, che ha evidenziato un calo delle domande maggiore di quanto previsto dagli analisti. I contratti a termine americani, infatti, prima della pubblicazione della statistica sul mercato del lavoro viaggiavano deboli, ignorando anche l’innalzamento delle previsioni di crescita globale per il 2010, da parte del Fondo Monetario Internazionale. Alla settimana al 3 luglio 2010, le nuove richieste di sussidio alla disoccupazione si sono attestate a 454 mila, in calo di 21.000 unità rispetto al dato precedente rivisto che è stato di 475.000 unità. Le attese degli analisti erano per un decremento più contenuto a quota 460.000. Nel frattempo è iniziata la conferenza stampa del Prsidente della Bce, Trichet, dopo la decisione di lasciare invariato il costo del denaro all’attuale 1%, come da attese. I tassi d’interesse dell’area euro continuano ad essere “appropriati” ha detto il numero dell’istituto centrale, aggiungendo che la ripresa e’ “continuata” anche se “moderata”. Tuttavia ha rilevato Trichet, in Europa prevale ancora incertezza. Tra le piazze europee, Londra sale del 2% circa, mentre Parigi e Francoforte guadagnano oltre l’1%. A Milano il FTSE IT ALl Share avanza dell’1,22% ed il FTSE MIB segna un incremento dell’1,30%. Sugli altri mercati, l’euro resta tonico nei confronti del biglietto verde con il cross eur/usd che scambia a 1,2671 dollari. Sostenuto anche il petrolio con le quotazioni sul filo dei 75 dollari al barile.