Licenziato, apre il fuoco sui colleghi: cinque morti in Minnesota

28 Settembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Strage a Minneapolis. Un uomo, ex dirigente di un’azienda specializzata in segnaletica per disabili, e’ entrato in un ufficio, ha aperto il fuoco e poi si e’ ucciso.

E’ di almeno quattro morti e quattro feriti il bilancio della strage avvenuta nello stato americano del Minnesota: è quanto riporta la rete statunitense Cbs, citando fonti della polizia locale che ha confermato che l’omicida si è poi tolto la vita.

In precedenza la polizia aveva parlato di due morti e quattro feriti; tre persone sono state ricoverate in ospedale in condizioni gravi. Non è chiaro se l’omicida – le cui generalità non sono state rese note – sia un dipendente o un ex dipendente dell’azienda, la Accent Signage Systems, che impiega 25 persone.

L’America possiede 300 milioni di armi da fuoco – tra pistole e fucili consentite dalla legge – e il record per numero di sparatorie di massa risultate fatali per poveri innocenti.