Libra, Patuelli (Abi) chiede regole uguali per tutti gli operatori

25 Giugno 2019, di Massimiliano Volpe

Sulla questione sollevata da Facebook in merito al lancio di una sua criptovaluta denominata Libra è intervenuto anche il presidente dell’Associazione bancaria italiana Antonio Patuelli.

“Chiedo solo un’unica regola per tutti gli operatori che fanno più o meno lo stesso lavoro” ha sottolineato Patuelli, nel corso del Forum Ansa, in merito al lancio della criptovaluta Libra e del suo impatto sulle banche e gli operatori finanziari esistenti.

“Se arrivano nuovi competitor – ha proseguito – dovranno applicare le normative internazionali, europee e nazionali vigenti. Non è che nuovi operatori si muovono nel limbo in un mondo di anarco-capitalismo estraneo alle regole solo perché si muovono su internet”.
“Le banche in Occidente – ricorda – sono fortemente regolamentate nella lotta al riciclaggio e finanziamento al terrorismo” e “questa lotta impegna le banche a rendere tracciabili i singoli euro, dollari o yen che passano da un conto a un altro”. “Sono convinto che non saranno tollerati meccanismi non tracciabili, senza adeguata verifica dei passaggi di denaro” ha precisato il presidente dell’Abi.