Leonardo: pioggia di buy sul titolo, per analisti è sottovalutato

18 Novembre 2021, di Mariangela Tessa

È una pioggia di buy da parte degli analisti quella che si è abbattuta nelle ultime settimane sul titolo Leonardo. Secondo la maggior parte degli analisti, le azioni del gruppo italiano attivo nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza sono sottovalutate rispetto al potenziale. Secondo il consensus, il target price a 12 mesi è 9,06 euro, il 40% sopra i prezzi attuali.

Leonardo, gli ultimi giudizi degli analisti

Tra gli ultimi buy, spiccano quelli di Banca Akros che ha fissato il target price a 9,25 euro. Stesso rating, ma prezzo obiettivo più limato è quello di Equita sim e Bestinver, con target price rispettivamente a 8,80 e 7,50. Un giudizio positivo anche da IntesaSanPaolo, che hanno sul titolo Leonardo un giudizio add e un target price di 8,20 euro. Più cauto il giudizio di Exane Bnp Paribas, che hanno ribadito rating neutral con un prezzo obiettivo a 7,60 euro, comunque sopra i livelli attuali.

Da inizio anno, il titolo ha guadagnato l’11%. Ora viaggia intorno ai 6,5 euro, sotto i minimi dell’anno toccato lo scorso marzo (7,81 euro).

I conti dei primi nove mesi

Sul fronte dei conti, il gruppo Leonardo ha chiuso i primi 9 mesi del 2021 con ricavi in crescita annua del 6% a 9,6 miliardi, ebita in aumento del 22% a 607 milioni, Focf negativo per 1.387 milioni di euro – in miglioramento rispetto ai -2.596 milioni del corrispettivo 2020 – ordini in salita del 9% a 9,3 miliardi.

“I risultati dei primi nove mesi del 2021 – ha sottolineato la società in una nota – consolidano la ripresa del percorso di crescita e aumento di redditività formulate in sede di bilancio al 31 dicembre 2020, evidenziando per il 2021 un progressivo e continuo miglioramento della performance industriale del Gruppo”.

In occasione della diffusione dei conti, lo scorso 5 novembre, Alessandro Profumo, ceo di Leonardo, ha dichiarato:

“Non siamo in piena ripresa ma lo scenario è migliore del periodo pre-pandemico. Sugli ordini siamo in pista per raggiungere i target 2021 ma, soprattutto voglio sottolineare la mia forte fiducia nel nostro core business e siamo ben posizionati per il potenziale a medio lungo termine dei nostri principali business”.