LEHMAN BROTHERS RINNOVA FIDUCIA ALL’HIGH-TECH

5 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Giornata nera per il settore tecnologico, ma secondo le valutazioni di Lehman Brothers potrebbe trattarsi solo di un temporale passeggero.

“Non e’ ancora finito il periodo d’oro dei mercati e dell’economia, il migliore della storia americana”, dice Jeffrey Applegate, autorevole voce della banca d’affari, aggiungendo che ritiene improbabili ulteriori aumenti dei tassi di interesse da parte della Fed.

Applegate scommette sui tecnologici: “Internet e’ il vero settore emergente”. L’incremento dei guadagni, nonostante qualche calo occasionale, dovrebbe rimanere consistente grazie ai continui aumenti di produttivita’, che allargano i margini di profitto.

Un altro settore favorito e’ quello delle telecomunicazioni wireless e delle societa’ telefoniche concentrate soprattutto su Internet e su una clientela “corporate”.

L’andamento degli indici seguira’, secondo Applegate, sorti alterne. Mentre lo S&P 500 dovrebbe chiudere il 2000 intorno a quota 1575 in rialzo del 9% rispetto al valore attuale, le componenti cicliche del Dow Jones dovrebbero far scivolare quest’indice al di sotto dei valori dello Standar & Poor. L’indice Nasdaq dovrebbe invece chiudere l’anno in netto rialzo, con una forte crescita del settore tecnologico. Favorito Cisco System, la cui crescita dovrebbe essere tre quattro volte superiore a quella delle aspettative di mercato.

Altri settori su cui vale la pena scommettere, secondo Applegate: Applied Materials, EMC, Oracle, Sun Microsystem, Vodafone AirTouch, VoiceStream Wireless.