Le soluzioni della Silicon Valley per vivere più a lungo

6 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Mangiare bene, dormire a sufficienza, fare esercizio fisico sono alcune delle raccomandazioni dei medici per “allungare la vita”. Ma dalla Silicon Valley sono in arrivo novità più complesse e particolari per creare elisir di lunga vita. Una di queste la spiega Peter Diamandis, ingegnere, medico e imprenditore, co-fondatore di Celularity e Human Longevity, Inc. che lavora per estendere la durata della vita umana, con il servizio il “Nucleo della Salute”.

Al cliente che si sottopone al Nucleo della Salute, in tre ore viene sequenziato il genoma, “tutti i 3,2 miliardi di lettere della tua vita”, spiega Diamandis a Business Insider. Viene fatta una risonanza magnetica completa che è in grado di rilevare il cancro e tutti i possibili controlli e approfondimenti medici.

“Fondamentalmente raccogliamo 150 gigabit di dati su di te, li alimentiamo in machine learning per scoprire se nel tuo corpo c’è qualcosa che dovresti sapere”, racconta Diamandis, “Alla fine tutti abbiamo qualche problema, ma noi lo troviamo allo stadio zero o allo stadio uno, quando è curabile anche immediatamente”.

Secondo il medico imprenditore i trattamenti in arrivo nel prossimo futuro saranno i trattamenti con le cellule staminali, che possono essere ricavate dalla placenta.

Celularity e Human Longevity non è l’unica realtà che opera nel settore. Un’altra azienda della Silicon Valley, Elevian, sta provando con le trasfusioni di sangue di un giovane a un vecchio. I fondatori ritengono che una particolare molecola chiamata GDF11 sia la molecola più responsabile di questo effetto ringiovanente. Altre società come Unity Biosciences stanno lavorando per trovare quelle “cellule senescenti”, che possono provocare danni al corpo quando si infiammano, e distruggerle.