Le mani della Cina sugli Usa e l’industria aerospaziale

10 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Gli acquirenti stranieri hanno comprato case per $82 miliardi negli Stati Uniti l’anno scorso. Stando ai dati della National Association of Realtors, piu’ di $7 miliardi sono usciti dalle tasche di investitori cinesi, che sono diventati cosi’ il secondo paese per numero di proprieta’ immobiliari Usa acquistate dietro i canadesi.

Si tratta di case multimilionarie di alta gamma, situate per la maggior parte in California e nell’area di New York.

Allo stesso tempo, un’operazione in un settore completamente diverso da’ l’idea di quanto i nuovi ricchi cinesi e il governo di Pechino stiano investendo forte in Usa.

L’assicuratore statunitense Aig ha raggiunto un accordo per vendere l’80,1% detenuto in Ilfc, societa’ di leasing di aerei, a un gruppo di investitori cinesi (News China Trust, China Aviation Industrial Fund e P3 Investments) per 4,23 miliardi di dollari, con un’ulteriore opzione per cedere il 9,9%.

Compresa questa quota il totale pagato sara’ di 4,75 miliardi di dollari, portando la valorizzazione di Ilfc a 5,28 miliardi.

L’operazione di acquisto, che dovrebbe essere conclusa nel secondo trimestre 2013, deve ancora ricevere l’approvazione delle autorita’ statunitensi e cinesi.

Intanto le compagnie aeree Virgin e Delta studiano una
joint venture transatlantica sull’asse Usa Regno Unito.