Le famiglie americane? Possiedono più gatti che titoli in borsa

11 Settembre 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Le famiglie Usa? possiedono più gatti che azioni. Nonostante uno spumeggiante mercato azionario, gli americani rimangono freddi all’idea di avere una esposizione diretta alle società quotate in borsa, condizionate dall’andamento dell’economia.

Stando alle statistiche della Federal Reserve, solo il 13,8% delle famiglie Usa possedeva azioni individuali come Apple (AAPL, Tech30) o Microsoft (MSFT, Tech30) nel 2013. Si tratta di un calo dal quasi 18% del 2007, prima del crollo dei mercati.

“Dopo essere passati attraverso grosse perdite nel 2007 e nel 2008, gli investitori con piccoli portafogli sono diventati più cauti” – dice Lena Haaas, senior vice president per E*Trade Financial (ETFC).

Una curiosità: sebbene meno del 14% delle famiglie possedeva direttamente azioni nel 2013, il 30% delle famiglie aveva invece almeno un gatto, stando all’American Veterinary Medical Association.

Ma non si tratta solo di non avere grande interesse per l’acquisto di titoli individuali. Anche l’investimento dei fondi pensione e mutual funds è in calo: si è passati al 48,8% nel 2013, dal 53,2% del 2007.