Le “epurazioni di massa” del M5S. Esplode polemica (VIDEO)

15 Aprile 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Esplode sui social network la rabbia dei grillini che, all’indomani della puntata di Piazza Pulita sul M5S e sulle epurazioni – ospite lo storico espulso emiliano Giovanni Favia – etichettano il programma di La7 “una trasmissione mirata ad attaccare lo stesso M5S”.

Nel corso della puntata, intervistati diversi attivisti del Movimento, che hanno denunciato le espulsioni che continuano a fioccare ovunque contro chi si permette di manifestare un parere che cozza con la parola del leader Beppe Grillo.

Parla da Bologna l’attivista Matteo Viscardi, che racconta come il suo accesso al sito sia stato bloccato, dopo anni in cui era stato un utente certificato. “Di sbagliato, più volte ho detto che c’erano delle cose da migliorare”. Nessun avviso o notifica dal M5S.

In generale, “sono state segnalate delle persone che senza essere avvertite sono state cancellate dal sistema. Quindi, epurazioni di massa, praticamente”.

Altri attivisti di Bologna, affermano che “il Movimento è morto”.

“Qua (a Bologna) ci sono quasi 400-500 persone che sono state espulse. Consiglieri regionali, consiglieri comunali, attivisti di base”. Ed è Casaleggio ad avere l’elenco di quelle persone che “non sono d’accordo con lui”.

Si parla di annusatori, di coloro che “si mettono in fila, appena Grillo fa una scoreggina vanno lì ad annusare”.

Dal canto suo Favia ha definito il duo Grillo-Casaleggio “dilettanti della politica” e ha denunciato la scarsa trasparenza riguardo alle entrate economiche del blog.

“Ogni volta che si clicca sul blog sono soldi. Il blog di Beppe Grillo non ha la partita Iva della Casaleggio Associati, a differenza di quanto avviene con “La Fucina” e “Tze Tze”. Ma lui dice che il suo 730 è zero. Quindi mi chiedo: che fine hanno fatto quei soldi?”, ha attaccato. Per poi aggiungere: “Il blog di Grillo per statuto è la sede del M5S, sarebbe carino conoscerne le entrate economiche e finanziarie. È vero che nei bilanci non c’è nulla”.

E ancora, Favia: “Non esiste partito che controlli in modo migliore la comunicazione televisiva del M5S. Tutti gli eletti devono passare dall’ufficio comunicazione. Vengono scelti gli interlocutori e si cerca di concordare le domande”.

Ma sulla pagina Facebook del programma Piazza Pulita, le critiche dei grillini più affezionati non mancano: “questa buona azione non copre la trasmissione ignobile che avete trasmesso sta sera caro formigli..VERGOGNA”

E ancora,”Anche stasera ho letto e sentito critiche perché il movimento non è andato a “Piazza Lurida” a difendersi dai vili attacchi di un plotone di esecuzione già schierato contro. Forse ai cittadini sarebbe opportuno spiegare a chiare lettere che il loro futuro e quello dei loro figli e nipoti si farà nelle aule parlamentari e non da Fazio. Floris. Gruber o Vermigli… La difesa dei cittadini viene attuata ogni giorno da dei ragazzi, vilipesi, insultati, calunniati ecc. Contro i soliti marci stereotipi di partiti che pensano di fare politica con slogan, presidi degli studi televisivi, balle clamorose e promesse fasulle. Con il sorriso dei conduttori collusi. Oppure con accordi notturni fra un ex senatore decaduto, condannato e un povero ebete che si crede Giulio Cesare”.

“E poi vi stupite perchè i rappresentanti del M5S non vengono alla vostra trasmissione? SIETE PENOSI E PATETICI!! ma se esiste una giustizia sociale sarete puniti per il vostro servilismo al potere!!”

E ancora: “Sono un attivista del Movimento Cinque Stelle di Torino e avevamo il banchetto di fianco dove hanno intervistato la signora con gli occhiali nella trasmissione del 14 Aprile 2014. La signora è arrivata claudicante davanti al banchetto dando segni di malessere ed i ragazzi attivisti l’hanno subito confortata e fatta sedere all’ombra del banchetto dicendo di essere simpatizzante del Movimento, puntualmente, guarda caso è arrivata la troupe di PIAZZA PULITA a farle l’intervista e lei è subito partita a sparare merda sul Movimento. Questa è la prova inconputabile della tresca mediatica al servizio dei mafiosi politici. Grazie FORMIGLI, se questo è il tuo modo di informare il popolo sei proprio palesemente un VENDUTO”.