LAVORO, UN PROBLEMA PER 38% GIOVANI EUROPEI

1 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Bruxelles, 1 giu – Il nuovo sondaggio realizzato da Eurobarometro e pubblicato oggi dalla Commissione, in vista della Settimana Europea della Gioventù, rivela che il 38% dei giovani intervistati non crede ci siano sufficienti opportunità di lavoro: il 43% ritiene le barriere linguistiche un ostacolo per poter lavorare all’estero, e il 33% si dice pronto ad accettare qualsiasi lavoro seppur a determinate condizioni. Rimane comunque alta la considerazione che i giovani hanno dell’UE: per gli intervistati l’UE garantisce la libertà di spostarsi per studiare e lavorare (90%) ed è un mezzo per proteggere i diritti dei cittadini (72%) e migliorare la situazione economica (71%).