Lavoro: pronti altri tagli d’eccezione. Sony -10.000 dipendenti

di Redazione Wall Street Italia
9 Aprile 2012 10:54

Tokyo – Dopo gli ultimi numeri annunciati dal gigante internet Yahoo, con un taglio di circa 2.000 dipendenti, 14% della forza lavoro, ora è un’altra grande azienda globale ad ufficializzare un ridimensionamento delle attività e un taglio dei costi operativi. Si tratta del colosso giapponese dell’elettronica: Sony.

A perdere il posto sui 10.000 dipendenti, ovvero il 6% della forza lavoro, secondo quanto riporta in giornata il sito internet nipponico Nikkei. L’amministratore delegato Kazuo Hirai, da poco in carica al posto di Howard Stringer, ha anticipato una serie di riforme strutturali per ridare lustro alla società, che vede un continuo calo delle vendite a favore di altri grandi attori nel settore, quali Samsung e Apple.

Di recente Sony ha ricevuto i downgrade di Standard & Poor’s e Moody’s, dopo che a febbraio la società aveva rivisto al rialzo le stime sulle perdite, citando la forza dello yen e i danni causati dalle inondazioni in Tailandia di qualche mese fa.

In giornata il titolo è cresciuto +0,6% a 1.644 yen. Dopo aver registrato -53% nel 2011, da inizio anno ha segnato +19%.