‘La rivolta del correntista’. Un imprenditore contro le banche

18 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Quella raccontata da Mario Bortoletto è una storia di straordinaria resistenza personale. Bortoletto, da solo, è riuscito a mettere in luce i meccanismi nascosti con i quali le banche lucrano sui conti correnti dei cittadini. E ha aperto un mondo, prima sconosciuto”. Riccardo Iacona

Scoppiata la crisi, un imprenditore si è ritrovato con l’acqua alla gola e con le banche sempre più ostili nei suoi confronti. Anziché crollare, Bortoletto si è fatto forza e ha avviato una lunga battaglia legale. Portando a casa importanti vittorie e rimborsi pecuniari per i soprusi subiti.

Il volume edito da Chiarelettere, uscito lo scorso 6 febbraio nelle librerie, è un esempio per chiunque sia in difficoltà finanziarie.

Il resoconto dell’autore è illuminante: dimostra come un uomo comune ha avuto il coraggio di sfidare in tribunale le grandi banche, finendo per ricevere risarcimenti per migliaia di euro dai tanti contenziosi aperti.

LA SCHEDA

“Un giorno ti svegli e non hai più niente. Tutto quello che avevi ottenuto con i sacrifici di una vita diventa proprietà della banca. Disperazione e notti insonni, non ti rimane altro, nemmeno l’età per ricominciare. Ti prendono tutto, anche quello che in realtà non gli è dovuto. Molte persone credono di essere debitrici nei confronti delle banche mentre in realtà sono creditrici, mi auguro che questo libro possa aiutarle ad avere giustizia.” Mario Bortoletto

Imprenditore edile di Padova, Mario Bortoletto ha avviato una serie di contenziosi con diversi istituti bancari. Ha ricevuto risarcimenti per migliaia di euro.

Dal 2013 è vicepresidente nazionale del movimento “Delitto di usura”, che tutela le vittime di usura ed estorsione bancaria.