La National Federation of Retail Newsagents sostiene membro in causa sul tabacco

8 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Maurice Timony, rivenditore al dettaglio di giornali del Donegal e membro della NFRN, domani mattina affronterà la Corte Suprema per contestare la messa al bando dell’esposizione dei prodotti del tabacco sancita dai governi irlandesi. Timony è sostenuto dalla più grande azienda di sigarette al mondo, Philip Morris, nella causa legale congiunta che mira a revocare la messa al bando dell’esposizione di prodotti di tabacco presso i rivenditori al dettaglio in Irlanda. Benché la NFRN condivida le intenzioni del governo in materia di salute pubblica, una tale messa al bando è semplicemente una cattiva politica. In primo luogo, non è un efficace deterrente al fumo per i giovani e non aiuta gli adulti a smettere. In secondo luogo, senza un approccio coerente, la messa al bando porterà a una crescita significativa del contrabbando e della contraffazione di prodotti del tabacco – come già sperimentato in Irlanda – a detrimento della salute pubblica e dell’attività dei rivenditori. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

NFRNStefan Wojciechowski+447880 724492stefan@nfrn.org.uk