La crescita dei dati non strutturati al primo posto nella classifica dei trend per lo storage d

17 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

Un’inchiesta che ha interessato oltre 180 clienti nel corso di C-Drive, la conferenza annuale di utenti e partner di Compellent, ha confermato che i file e altri dati non strutturati hanno rappresentato la causa della maggior crescita di dati nei propri ambienti di storage. Obiettivo dell’inchiesta era l’identificazione delle esigenze di storage più pressanti a cui devono rispondere i clienti di Compellent in tutto il mondo, tra cui i principali utenti di storage rappresentativi di diversi settori quali quello sanitario, degli enti pubblici e dei servizi finanziari, formativi, professionali e altro ancora. Oltre la metà (51%) degli intervistati ha indicato nei dati non strutturati la causa principale del proliferare dei dati, mentre più di un terzo (37%) continua a identificare i dati strutturati, quali database e applicazioni utente, come il principale problema per la crescita dei dati, sottolineando la necessità per la maggior parte delle imprese di una strategia fluida di storage unificato che includa SAN e NAS. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Touchdown PR per CompellentEmily Gallagher+44(0)[email protected]