LA COOP DEBUTTA NEL CINQUE STELLE

27 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 27 set – “La coop rossa scopre il business degli hotel di lusso. E non c’è da stupirsi se tanto rosso il listino prezzi non sembra: la suite presidenziale con vasca idromassaggio sul terrazzo vista mare e area fitness personale costa duemila euro a notte, la camera più semplice 450, l’oasi benessere offre una piscina ludica con getti d’acqua, bagno turco, palestra con attrezzature technogym, doccia tropicale e doccia nebulizzata, sulla superficie degli specchi dei bagni affiorano le immagini di uno schermo tv”. Così La Stampa presenta il Bentley, il primo hotel a cinque stelle genovese che apre da 22 anni a questa parte e segna il debutto di Coopsette con un investimento da 30 milioni nel settore degli alberghi di estremo lusso: operazione che ha consentito il recupero della sede direzionale dell’Ilva costruita nel 1929 nel quartiere di Carignano, in pieno centro cittadino. Il gruppo che opera nella promozione e realizzazione di “grandi progetti complessi” (dal recupero e dalla qualificazione di aree urbane dismesse, allo sviluppo e alla valorizzazione di nuove aree: centri commerciali, residenze, strutture per il divertimento, centri direzionali, centri per la logistica, attrezzature urbane) si prepara ora a recuperare un intero borgo di 8 chilometri a Sud di Limone del Garda, “100 mila metri quadrati tra monte e lago che negli Anni Settanta ospitavano 1800 abitanti legati all’economia del Cotonificio Olcese ridotti oggi a un’ottantina di famiglie”. “L’insediamento – si aggiunge -, la cui commercializzazione comincerà tra febbraio e marzo, comprende due posteggi di cintura perchè l’area sarà completamente pedonalizzata, un porticciolo per posti barca e uno per attività sportive, una Spa e un hotel in una villa del ’700 (‘oltre le cinque stelle’ è la promessa), con il recupero esterno della struttura dell’ex cotonificio e la ristrutturazione delle 80 case di abitazione privata”.