La città dove i miliardari d’Asia “nascondono” i loro soldi

2 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Non a Shanghai o Tokyo o Singapore ma è un’altra la città in cui le grandi case d’asta cercano gli acquirenti più facoltosi. Si tratta di Taipei. È l’ottava città tra quelle che ospitano contribuenti con più di 30 milioni di dollari di patrimonio. Molti di loro si sono arricchiti grazie al successo degli affari delle fabbriche.

“Portiamo l’arte dove sono gli acquirenti e il mercato di Taiwan è estremamente importante per noi”. Così ha sottolineato a Bloomberg Patti Wong, presidente di Sotheby’s Asia.

La conferma che Taipei è una delle città più ricche dell’Asia arriva dal Wealth Report 2019 di Knight Frank, che colloca la capitale di Taiwan in ottava posizione nella classifica delle città con la più alta presenza di persone con un alto patrimonio netto. Sono 1.519 i cittadini con almeno 30 milioni di dollari in attività.

A fare la fortuna di Taiwan negli Anni 70 è stata la proliferazione di centinaia di piccoli produttori che producevano un po’ di tutto, dalle televisioni alle bambole Barbie. Negli Anni 80, la città riesce a crescere producendo componenti e beni elettronici. E questo grazie ad aziende grosse come Acer e Taiwan Semiconductor Manufacturing.

Ricchi a Taipei hanno 5,4 case di media a testa

Quando la Cina ha iniziato ad allargare i suoi investimenti, molte aziende taiwanesi hanno spostato la loro produzione in Cina, ma il denaro che è tornato a Taiwan ha creato alcuni sorprendenti simboli di ricchezza. Nel 2004 è stata inaugurata la torre Taipei 101, l’edificio più alto del mondo, eclissato poi soltanto nel 2010 dal Burj Khalifa di Dubai.

I ricchi di Taiwan si contraddistinguono per il loro amore verso il settore immobiliare. Tanto da battere in questo campo anche i popoli arricchitisi a suon di petrodollari. Secondo Knight Frank la fascia più ricca della popolazione di Taipei possiede in media 5,4 abitazioni contro le 4 di chi abita a Hong Kong e 4,6 per gli abitanti più benestanti del Medio Oriente.

È un dato che sorprende solo in parte, dal momento che le famiglie ricche taiwanesi evitano di ostentare tutta la loro ricchezza. come ha detto Annie Leung, presidente di Bellavita, un centro commerciale di lusso nel cuore di Taipei.

Questo non vuol dire che non sanno come godersi i propri soldi, ma lo fanno solo senza fanfara.

Wealth Report 2019, dove sono i ricconi del mondo