L’Islanda vuole mettere al bando la pornografia

14 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Sarebbe una mossa senza precedenti nel mondo occidentale. Il governo islandese ha espresso l’intenzione di bandire la pornografia su Internet. Per farlo sta studiando l’imposizione di filtri, sulla falsa riga di quanto avviene gia’ in Cina.

Come riportano il Daily Mail e Il Telegraph, il ministro degli Interni Ögmundur Jónasson ha istituito un gruppo di lavoro che sta lavorando ad un progetto di legge che si pone l’obiettivo (titanico, non c’è che dire) di bandire totalmente la pornografia online dall’isola nordica.

In Islanda e’ in vigore gia’ da diversi anni una legge che vieta la stampa e la distribuzione di materiale pornografico. Il divieto tuttavia, come scrivono i media, non e’ mai stato esteso ai contenuti digitali.

E’ proprio a questa “carenza” che il ministro Jónasson intende porre rimedio il prima possibile.