L’Europa riparte con cautela, al via la “earning season” in America

12 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le principali borse europee avviano la settimana all’insegna della cautela, dopo lo strappo al rialzo dell’ottava appena conclusa, alimentato da un rimbalzo tecnico da ipervenduto. A sostenere l’umore degli investitori anche l’innalzamento delle previsioni di crescita globale per il 2010, da parte del Fondo Monetario Internazionale e le stime favorevoli sulla congiuntura dell’Eurozona, tracciate dal numero uno della Banca Centrale Europea, Trichet. Tuttavia sullo sfondo restano i timori di un rallentamento della ripresa economica. Intanto l’attenzione dei mercati si rivolge ai fondamentali delle società, cercando nuovi segnali dalle trimestrali che arriveranno dagli Stati Uniti. Al via infatti oggi la “earning season” in America, con il consueto debutto del colosso dell’alluminio Alcoa. Venerdì sera Wall Street ha chiuso l’ultima seduta di contrattazioni in rialzo, mentre stamane Tokyo si è rivelata debole sulle incertezze relative allo sviluppo dell’economia, dopo gli esiti incerti delle elezioni al Parlamento nipponico. Tuttavia la debolezza dello yen ha ispirato acquisti sui titoli dei grandi esportatori. Sul fronte macroeconomico, l’agenda prevede in mattinata la lettura flash sul Pil britannico del primo trimestre. Non sono attesi dati congiunturali dagli Usa. Sul mercato valutario, l’euro apre l’ottava all’insegna delle vendite, su prese di profitto, dopo il forte recente recupero, che lo ha portato oltre la soglia degli 1,27 dollari. Il cross eur/usd che venerdì ha chiuso a 1,2636 dollari scambia al momento a 1,258. Sottotono anche il petrolio con le quotazioni che viaggiano sotto quota 76 dollari al barile. Sulle prime rilevazioni, Francoforte segna un incremento dello 0,33% a 6085,1 punti, Parigi sale dello 0,34% a 3566,5 punti ed Amsterdam avanza dello 0,36% a 325,6 punti. Leggermente positiva Bruxelles con un timido vantaggio dello 0,09% a 2464,95 punti seguita da Londra che guadagna lo 0,30% a 5148,15 punti. Debole Madrid che lima lo 0,08% a 10119,3 punti.