L’Europa parte bene su speranze stimoli all’economia

6 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Incipit positvo per i principali listini del Vecchio Continente, rinfrancati dal rally di Wall Street e Tokyo. Il sentiment è oggi sostenuto dalle speranze che altri istituti centrali seguano l’esempio della Bank of Japan fornendo misure di stimolo all’economia, come il presidente della Fed Charles Evans auspica che faccia la banca Centrale USA. Dal fronte macro in arrivo pochi ma importanti dati, ovvero la seconda lettura del PIL dell’Eurozona del secondo trimestre e gli ordini all’industria tedeschi. Negli States sono attesi gli occupati ADP e il rapporto Challenger sui licenziamenti che, insieme alle richieste di sussidi alla disoccupazione di domani, forniranno un primo significativo indizio sullo stato di salute del mercato del lavoro a stelle e strisce in attesa delle statistiche governative di venerdì. Riflettori puntati sul vertice euro-cinese che tenterà di affrontare la delicata questione del mercato valutario, e sulla pubblicazione da parte del Fondo Monetario Internazionale del “World Economic Outlook” semestrale. Sul valutario la moneta unica resta tonica nei confronti del dollaro con il cross a 1,3848 usd. Tra le commodities continuano a correre il petrolio a 82,92 dollari al barile in attesa del dato sulle scorte USA in agenda per oggi pomeriggio. Sempre più splendente l’oro che si avvicina a passo spedito ai 1.350 dollari l’oncia. Sulle prime battute Londra segna un vantaggio dello 0,42% a 5.659 punti, Parigi dello 0,40% a 3.743 punti, Francoforte dello 0,53% a 6.248. Bene anche Madrid +0,62% a 10.714, Amsterdam +0,38% a 336 e Bruxelles +0,41% a 2.606 èunti.