L’euro punta agli 1,40 dollari

11 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sempre più tonica la divisa di eurolandia, che si è spinta sui massimi da febbraio contro il biglietto verde dopo la delusione delle statistiche sul mercato del lavoro a stelle e strisce diffuse venerdì. Grande delusione dal vertice dei sette grandi a Washington, che non sono riusciti a trovare una posizione comune su come fronteggiare le forti oscillazioni del mercato valutario, specialmente riguardo alla Cina che sembra continuare ad ignorare le richieste della comunità internazionale di rivalutare la propria moneta. Il cross eur/usd sembra puntare dritto verso gli 1,40, per accontarsi al momento di 1,3981. Il dollaro si è spinto sui minimi da quindici anni contro lo yen nella seduta di venerdì per poi recuperare un po’ di terreno e trattare a 81,95 durante le contrattazioni odierne in Asia. Nella giornata odierna Wall Street tratterà a mezzo servizio per la festa del Columbus Day, che vedrà chiuso solo il mercato obbligazionario. Tra le statistiche in calendario c’è la produzione industriale italiana e il leading indicator dell’Ocse di agosto.