John Paulson scommette contro i Bund tedeschi: vede nero per l’euro

18 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Se si trattasse di una partita a poker John Paulson andrebbe all-in contro l’avversario che pare piu’ sicuro di vincere. Carte alla mano, il gestore di fondi hedge miliardario, che anticipo’ con largo anticipo il crack immobiliare Usa, sta speculando al ribasso sui Bund tedeschi.

A monte delle puntate ‘short’ contro i titoli di stato piu’ ‘sicuri’ d’Europa, l’idea che la crisi del debito sovrano si aggravera’ nei prossimi mesi.

Paulson, 56enne manager di $24 miliardi per il suo gruppo newyorchese Paulson & Co, e’ convinto che i problemi del governo spagnolo si espanderanno a macchia d’olio in tutta l’area euro, minacciando la stabilita’ dell’intera regione.

L’investitore ha dato l’annuncio durante una conference call con gli investitori, spiegando che anche la Germania, considarata il creditore piu’ sicuro dell’area sovrana europea, subira’ l’impatto negativo del deterioramento grave dei problemi dell’Eurozona. Lo ha riferito l’emittente Cnbc citando una persona a conoscenza delle strategie di Paulson. La societa’ guidata dal manager per ora si e’ rifiutata di commentare le indiscrezioni.

I rendimenti dei bond spagnoli sono saliti ai massimi plurimensili oltre il 6%, mentre i tassi sui Bund decennali si sono ridotti vicino ai minimi assoluti, a quota 1,66%.

La posizione di Paulson, che comprende anche un’esposizione a strumenti derivati per assicurarsi contro l’eventualita’ di un default del debito tedesco, i credit default swap, e’ in vigore da diversi mesi.