JILL BARAD, CEO DI MATTEL, POTREBBE ANDARSENE

3 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La possibilita’ che il Ceo della Mattel se ne vada ha fatto calare il titolo del 2,6% a quota 11,5 dollari.

Stranamente, ieri il titolo Mattel (MAT) ha registrato un aumento del 13,86% subito dopo che sono iniziate a circolare voci che Jill Barad, il Ceo e una delle sole quattro donne a capo di una societa’ delle Fortune 500, starebbe per lasciare la posizione.

Barad, aveva aiutato negli anni scorsi a rispolverare l’immagine della Barbie, introducendo modelli piu’ vicini alla realta’ e a rilanciare quindi il loro prodotto piu’ noto, ma negli ultimi mesi era stata ampiamente criticata a causa delle perdite riportate dalla divisione The learning company, recentemente acquisita per 3,6 miliardi di dollari.

L’affare, con lo scopo di entrare nel mercato dei giochi interattivi, in costante crescita, avrebbe dovuto portare subito 50 milioni di dollari annui agli utili Mattel, ma la societa’ aveva invece registrato una perdita di 105 milioni di dollari nel terzo trimestre a causa di problemi nella divisione software.

Ora, pare, potrebbero esserci altre perdite da annunciare sempre a causa dei software, e il mercato sta gia’ reagendo.

Dallo scorso aprile il titolo ha perso oltre il 60% del proprio valore, passando dal massimo di 30,31 dollari agli attuali 11 dollari.