Ivass, RC auto: prezzo medio a 333 euro annuo, più basso a Bolzano

25 Novembre 2019, di Alessandra Caparello

Oltre quaranta milioni di veicoli assicurati, di cui il  50% è ubicato al Nord, il 22% al Centro e il 28% nel Sud e nelle Isole. Queste alcune delle evidenze che emergono dal Bollettino statistico dell’Ivass secondo cui circolano in Italia 42,2 milioni di veicoli assicurati, di cui 39,3 milioni con imprese vigilate dall’IVASS e 2,9 milioni con imprese estere in regime di stabilimento e di libera prestazione di servizi.

Il numero dei veicoli assicurati in Italia

Nel 2018 si registra, rispetto al 2017, una variazione del +1,8% nel numero complessivo dei veicoli assicurati r. c. auto e natanti che, per il complesso dei settori tariffari, si sono incrementati da 41,5 milioni a 42,2 milioni di unità. Tra questi, il 75,6% dei veicoli è costituito da autovetture, il 2,1% da ciclomotori, il 7,4% da motocicli, lo 0,3% da autobus, il 9,3% da autocarri e motocarri, il 2,6% da macchine agricole e l’1,0% da natanti.

 

Il prezzo medio effettivamente pagato

Nel settore delle autovetture, il valore medio nazionale del premio puro – inteso come il rapporto tra l’importo dei sinistri e il numero dei veicoli-anno – nel 2018 è pari a 263 euro. L’indicatore risulta in diminuzione del 4,7% dall’anno precedente, confermando il trend già fatto registrare negli ultimi anni. Il premio puro ha il suo minimo ad Aosta con 104 euro (ancor meno dei 121 euro dello scorso anno) e raggiunge il massimo nella provincia di Massa-Carrara con 460 euro a causa di alcuni sinistri particolarmente gravi accaduti nell’anno.

Il prezzo medio effettivamente pagato (al netto di oneri fiscali e parafiscali) – inteso come il rapporto tra l’ammontare dei premi lordi contabilizzati e il numero dei veicoli assicurati e che corrisponde a quanto, in media, gli assicurati hanno realmente pagato durante l’anno per  l’assicurazione di r. c. auto – per le autovetture è stato di 333 euro, in diminuzione dell’1,2% sul 2017. Il prezzo più basso è pagato a Bolzano (236 euro), quello più elevato in provincia di Napoli (493 euro).

Il prezzo medio effettivamente pagato per i motocicli è stato di 233 euro; il minimo a Bolzano (144 euro) e il massimo a Napoli (471 euro); per i ciclomotori, invece, il prezzo medio pagato è stato di 159 euro con minimi a Udine (89 euro) e massimi a Caserta (358 euro).

Infine uno sguardo ai sinistri. Nel settore delle autovetture, la frequenza degli incidenti r.c. auto assicurati durante il 2018 è stata complessivamente pari al 6,3%, in diminuzione del -0,3% rispetto al 2017. La distribuzione provinciale di queste frequenze, pur presentando notevole variabilità sul territorio, non sembra evidenziare particolari correlazioni con aree specifiche, ma piuttosto appare più elevata in alcune zone a maggiore densità abitativa e nella provincia di Prato