Italiani risparmiano di più, puntano sul risparmio gestito

2 Ottobre 2017, di Mariangela Tessa

Buone notizie sul fronte del risparmio. Secondo l’ultima indagine annuale sul risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani messa a punto dal Centro Einaudi e da Intesa Sanpaolo, nel 2017, complice un miglioramento delle condizioni finanziarie, la percentuale degli italiani che riesce a risparmiare.

In base ai dati presentati nella sede torinese dell’istituto, sale al 60,8% dal 47,2% la quota di chi ritiene sufficiente o più che sufficiente il proprio reddito e, quindi, il 43,3% delle famiglie (contro il 40% lo scorso anno) riesce a risparmiare.

Entrando nel dettaglio delle scelte finanziarie, aumentano al 13% dall’8% le famiglie che optano per forme di risparmio gestito.

Tra gli investimenti preferiti, resta quello dell’acquisto della casa (il 5% degli intervistati ha comprato una casa) mentre sembra “terminato il disinteresse per i titoli azionari”: nel 2017 gli investimenti in azione sono tornati interessanti per il 5,5% del campione (dal 4,4% del 2016).

Fari puntati infine sull’alfabetizzazione finanziaria nel nostro paese: due terzi degli intervistati ha consapevolezza dei tassi di interesse, il 50% comprende correttamente che cos’è l’inflazione e un altro 50% capisce cosa sia la diversificazione del rischio, ma solamente il 22% degli intervistati risponde correttamente a tutte e tre le domande. I dati migliorano marginalmente tra i giovani.