ITALIANI, PESSIMI TURISTI

24 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 24 mag – Secondo l’Expedia’s Best Tourist League 2007, l’indagine commissionata dal leader mondiale dei viaggi online al gruppo GFK, gli italiani risultano agli ultimi posti della classifica dei turisti migliori del mondo. Expedia ha raccolto le opinioni di 15.000 hoteliers europei, chiedendo di esprimere il loro parere sui i turisti di diverse nazionalità, attraverso vari parametri, tra i quali comportamento, cortesia, ordine, capacità di adattarsi alla lingua del posto, propensione alla spesa e abbigliamento. I turisti più apprezzati risultano essere i giapponesi, con il 65% di voti positivi: educati, ordinati, generosi, discreti, si lamentano poco e si adattano. Sono al top anche per la pulizia, addirittura riordinano la stanza ancora prima che arrivi il servizio in camera, seguiti in questo da svizzeri e tedeschi. I giapponesi rimangono i preferiti di molti, soprattutto per la loro propensione alla spesa. A seguire, nella classifica generale, troviamo gli americani con il 21%, gli svizzeri con il 18% e gli svedesi con l’11%. I tedeschi scendono dal podio conquistato nel 2002 e si posizionano al 5° posto con solo il 10% dei voti. Gli italiani sono solo diciannovesimi nella classifica totale, sono assolutamente inconfondibili per abbigliamento, unico parametro (oltre alla rumorosità) che li vede primi in classifica. Quando si parla di moda e stile, infatti, gli italiani sono al top in assoluto, da “very fashion victims” non perdono occasione di ostentare abbigliamento e accessori firmati. Non spiccano invece per educazione – 5° posto fra i più scortesi – si adattano poco ai costumi locali, inclusa la scarsa volontà di imparare piccole frasi in lingua – 3° posto tra i peggiori poliglotti – e di provare la cucina etnica, al 5° posto tra chi non la ama. Non si distinguono per generosità – 4° posto fra i peggiori – e sono poco propensi a lasciare le mance.