Italia, 2mila euro a chi va a vivere in questo paesino

10 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

SAVONA (WSI) – Un bonus di 2000 euro per chi va a vivere a Bormida. Questa la promessa che il sindaco del paesino in provincia di Savona, Daniele Galliano, ha fatto nel tentativo disperato di ripopolare un borgo che oggi conta appena 394 abitanti.

Bormida è un delizioso borgo situato nella parte iniziale della Alpi Marittime, sulla strada che da Finale Ligure sale al Colle del Melogno e che conduce in territorio piemontese. Si sviluppa in altezza, su un territorio dall’altitudine compresa tra 420 e 1386 metri sul livello del mare. Un territorio immerso nella natura ma che non attira nuovi abitanti. Da qui l’idea del primo cittadino: lanciare un premio, una sorta di bonus a chi decide di trasferirsi a Bormida.

Il primo cittadino del paesino ligure non è nuovo a queste iniziative. Già nel 2014 per attirare nuove persone, è stato lanciato un programma di affitti a prezzi scontatissimi: 50 euro al mese per le case a metratura normale, 120 euro per quelle un po’ più grandi. Da lì la popolazione di Bormida è aumentata di quattro volte ma non è bastato.

Così Galliano ha pensato di replicare introducendo dal 2018 un bonus aggiuntivo di 2mila euro per chi deciderà di affittare o comprare un appartamento a Bormida e trasferirvi la sua residenza.

“Non abbiamo potuto affittarle a valore di mercato, quindi abbiamo scelto un numero simbolico e le richieste erano abbondanti: la cosa importante era ripopolare il villaggio”.

Così ha detto il primo cittadino ai media locali.

Bormida non è l’unico borgo in Italia che rischia lo spopolamento visto che secondo una relazione del 2016 di Legambiente si stima che un terzo dei villaggi italiani corra tale rischio. È possibile che altri paesini seguano il suo esempio.