Istat, migliora soddisfazione (anche economica) italiani

22 Febbraio 2019, di Alberto Battaglia

Nel 2018 spread e incertezze sull’andamento dell’economia non hanno pesato sulla soddisfazione degli italiani che, al contrario, è aumentata rispetto all’anno precedente. Lo ha comunicato l’Istat, precisando che i soggetti con almeno 14 anni di età che hanno espresso una soddisfazione elevata per la propria vita sono passati dal 39,6% al 41,4%. Anche il giudizio strettamente legato alla situazione economica è migliorato, e in misura ancor superiore, con una quota di intervistati “soddisfatti” che ha raggiunto il 53%, contro il 50,5% del 2017. Inoltre, aumenta la quota di famiglie che giudicano la propria situazione economica stabile (dal 59,5% del 2017 al 62,5%) o migliorata (dal 7,4% all’8,1%).

Uno sguardo sulle serie storiche rivela che il 2018 è stato l’anno che ha visto il maggior grado di soddisfazione, secondo solo al 2011 (anno in cui è stata condotta la ricerca per la prima volta: i “soddisfatti”, allora, erano il 45,9%).

La soddisfazione degli italiani, però, varia sensibilmente da Nord a Sud: se nel Settentrione si dice soddisfatto della propria vita il 47% del campione, al Mezzogiorno il dato scende al 35,1%, mentre al Centro si sale al 39,2%.

Chi un lavoro ce l’ha, si dice molto o abbastanza soddisfatto della sua attività nel 76,7% dei casi, in linea con l’anno precedente, prosegue l’Istat, precisando che le donne esprimono maggiore soddisfazione degli uomini (77,6% contro 77,1%).

L’Italia si conferma un Paese nel quale si esprime soddisfazione per le proprie relazioni famigliari, con un grado di apprezzamento pari al 90,1%. Cresce anche la soddisfazione nelle reti amicali, passando dall’81,7 all’82,5%. Lo stato di salute, infine, soddisfa l’80,7% delle persone stabile a livelli elevati, così come la soddisfazione per il proprio tempo libero, al 66,2%.