Israele: freddato dalla polizia al Muro del Pianto

21 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Un agente della sicurezza al Muro del Pianto a Gerusalemme. ha sparato contro un israeliano che si trovava nel luogo sacro. L’agente ha aperto il fuoco dopo che l’uomo era stato udito urlare “Allah e’ grande”, ha spiegato il capo della polizia Micky Rosenfeld, sospettando che si trattasse di un miliziano palestinese. L’area e’ stata immediatamente chiusa ai visitatori.

L’uomo era un ebreo, secondo le prime informazioni. “Il fatto che abbia urlato ‘Allah e’ grande”, ha spiegato ancora la polizia, “ha spinto la guardia a tirare fuori la pistola e sparare diversi colpi”. (Rainews)