IRAQ, OBBLIGO DEL VELO ANCHE PER LE CRISTIANE

30 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Baghdad, 30 mag- L’agenzia assira Aina, ripresa in Italia dal Sir, informa che le donne cristiane in Iraq saranno d’ora in poi costrette a indossare il velo pena gravi conseguenze. Aina riporta la traduzione di una lettera firmata dall’esercito del Mahdi, la milizia di Moqtada al-Sadr, l’imam radicale sciita iracheno, diffusa in questi giorni nella capitale irachena. Nella lettera vengono riportate le parole del martire Mohammad Sadiq al-Sadr: “la Vergine Maria era senza velo, così che alle donne cristiane sia concesso la stessa cosa? E Fatima al-Zahara era senza velo? E le spose dei Califfi nel primo Califfato e dei successivi erano senza velo? No e poi no… Allah lo vieta”. La lettera prosegue affermando che la donna che non indossa il velo “è un’adultera” che “sfida Allah e il suo Profeta e ignora e nega la religione”. Le misure da prendere contro costoro – si legge nel testo – sono che il padre o il marito “ordinino loro, in modo cortese, di astenersi da ciò che è proibito. Se la donna rifiuta, allora sia guidata ed educata così da essere convinta. Se non convinta, allora deve essere segregata in casa e non esposta a contatti proibiti con uomini”. La lettera termina con l’avviso che “sono stati creati dei comitati speciali per seguire la vicenda”.