IPO: QUESTA SETTIMANA WALL STREET E’ INONDATA

8 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Operatori e investitori sono in attesa dei risultati dell’Ipo (initial public offering, che in italiano e’ una OPV) di Buy.com, azienda che questa settimana si appresta a fare il suo ingresso sul mercato.

L’interesse intorno al colosso dell’e-commerce e’ dovuto al fatto che questa sara’ la prima prima di una serie di collocamenti – se ne prevedono 26 – che questa settimana infiammeranno Wall Street ripetendo probabilmente il successo di venerdi’ scorso di Avanex (AVNX) e FirePond (FIRE).

In questo ultimo periodo, infatti, il mercato dei titoli Nasdaq e’ stato innondato da una marea di OPV e questo flusso gli ha consentito di raggiungere nuovi massimi storici in pochissimo tempo.

BUY.COM

Buy.com (BUYX), societa’ di Aliso Viejo nello Stato della California, nasce nel 1998 come mega supermercato telematico per l’acquisto di qualsiasi prodotto, dall’hardware al software, dal CD al DVD, dai libri alle video cassette. Nei primi nove mesi del 1999 fattura 398 milioni di dollari rimanendo in rosso con una perdita di 80,5 milioni nello stesso periodo. Lo scorso anno il fatturato ammontava a 54 milioni di dollari, mentre le perdite solo a 5 milioni.

Tali risultati gli hanno comunque consentito di battere i due maggiori avversari Amazon.com (AMZN) e Cyberian Outpost (COOL).

I dati dimostrano che l’entusiasmo legato agli Ipo del settore e-commerce e’ calato rispetto al 1998 ed ai primi mesi del 1999 soprattutto a causa del debutto incerto la scorsa estate di 1-800-Flowers (FLWS).

Pur senza dimenticare societa’ come Amazon, Priceline (PCLN) e Ebay (EBAY), l’obiettivo degli investitori si e’ spostato sulle societa’ che forniscono servizi di e-commerce per le aziende e soprattutto sulle societa’ specializzate delle infrastrutture di Internet come per esempio Avanex.

Alcuni analisti fanno notare come i modelli di mercato delle societa’ di e-commerce siano rivoluzionari. Questi si basano essenzialmente sulla tecnologia e sulle piattaforme dei software e non sulle disponibilita’ finanziarie consentendo cosi’ di avere alti guadagni con investimenti minimi.

Buy.com attualmente e’ in contatto con la giapponese Softbank, che detiene il 34,4% di Buy.com, per estendere il proprio servizio anche in Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda ed India. Softbank, infatti, sembra essere interessata al mercato e conserva partecipazioni nelle maggiori societa’ telematiche come Yahoo.com (YHOO) e Net2Phone (NTOP).

La societa’ offrira’ 14 milioni di azioni ad un prezzo compreso tra i 10 ed i 12 dollari per azione. Cordinatore dell’offerta e’ la Merrill Lynch.

PETS.COM

Al centro dell’attenzione vi e’ anche Pets.com (IPET) che spera di raccogliere con questa offerta pubblica di vendita, cordinata da Merrill Lynch, circa 100 milioni di dollari.

Questa societa’ fornitrice di prodotti per animali, tuttavia, non e’ l’unica del genere a varcare le soglie di Wall Street. Infatti, la divisione online di PetSmart (PETM) cerchera’ di raccogliere 115 milioni di dollari con un Ipo cordinata da Salomon Smith Barney.

AVENUE A, ORGANIC

Considerando il successo di alcuni tra le piu’ grandi societa’ di consulenza online come Razorfish (RAZF), Agency.com (ACOM) e USWeb/CKS (USWB), vi saranno grandi aspettative per l’ingresso sul mercato delle due nuove matricole del settore: Organic e Avenue A.

La californiana Organic (OGNC) mettera’ sul mercato 5,5 milioni di azioni ad un prezzo compreso tra i 12 e i 14 dollari per azione con un collocamento guidato da Goldman Sachs.

Organic rappresenta un po’ il progenitore di alcune societa’ come Yahoo.com e vanta la presenza nel pacchetto azionario del colosso pubblicitario Omnicom (OMC).

Dal canto suo, Avenue A (AVEA) offrira’ 5,3 milioni di azioni ad un prezzo che oscillera’ tra gli 8 e i 10 dollari in una operazione guidata da Morgan Stanley Dean Witter.

Sempre in questo settore, anche la Vicinity Corp. (VCNT) di Palo Alto si appresta a mettere sul mercato 5 milioni di azioni ad un prezzo che oscilla tra gli 11 e i 13 dollari per singola azione in una offerta coordinata da J.P. Morgan. Il prezzo tuttavia verra’ scelto secondo una forchetta piu’ ridotta, tra i 10 e i 12 dollari.

TECH, TELECOM

Tra le grandi offerte Ipo di questa settimana non poteva non mancare anche il settore delle telecomunicazioni.

Flag Telecom (FTHL), societa’ di servizi di telecomunicazioni internazionali (telefonia ed Internet) con sede nella isole Bermuda, ha intenzione di raccogliere 668 milioni di dollari con il collocamento guidato da Salomon Smith Barney.

Fastnet Corp. (FSST) vuole ragrannellare 50 milioni di dollari grazie all’OPV cordinata da ING Baring Furman Selz. Questa societa’ con sede a Bethlehem in Pennsylvania si rivolge alle piccole-medie imprese della costa atlantica degli Stati Uniti.

Witness Systems (WITS) offrira’ 3,8 milioni di azioni a un prezzo tra i 12 ed i 14 dollari ad azione grazie all’offerta guidata da Hambrecht & Quist.

VIA.NETWORKS

Completa la lista Via.Networks (VNWI) che sempre questa settimana esordira’ in borsa cercando di raccogliere 200 milioni di dollari con l’offerta pubblica guidata da Donaldson, Lufkin & Jenrette che portera’ sul mercato 13.3 milioni di azioni ad un prezzo che oscillera’ tra i 15 ed i 17 dollari per azione.

La societa’ fornisce servizi online e l’accesso ad internet ad aziende di piccole/medie dimensioni in Europa e Sud America.