IPO D’ESTATE 6: MODA, RICERCA, ACQUA E FORMAGGIO

16 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’avanzare dell’estate rallenta solo parzialmente il mercato delle matricole italiane. Per le prossime settimane sono ancora previsti sbarchi in borsa delle nuove Ipo e progetti di collocamento.

Venerdì scorso si è concluso con successo il collocamento di 10 milioni di azioni di Mariella Burani. Il prezzo dovrebbe essere comunicato entro oggi e sarà compreso tra i 6,97 e gli 8,78 euro.

Al termine dell’offerta di pubblica vendita il 35,7% del capitale sociale del marchio di moda sarà sul mercato, il 37,1% apparterrà a Burani Designer Holding Bv, l’1,1% al fondatore e Presidente Walter Burani e l’11,8% ai suoi due figli.

Con il ricavato della sottoscrizione Mariella Burani effettuerà nuove acquisizioni e aprirà nuovi negozi. Il fatturato previsto per il 2000 e di 300 miliardi circa, il 42% in più rispetto al ’99.

Lunedì arriverà in Borsa il titolo Cassa di Risparmio di Firenze dopo il soddisfacente collocamento che ha registrato un “oversubscription” di 4,5 volte superiore al quantitativo di azioni disponibili.

Il prezzo fissato di 1,13 euro per azione porta l’investimento per il lotto minimo (2500 azioni) a circa 5.470.000 lire. Il pagamento delle azioni è previsto per il 18 luglio.

Le novità riguardano invece la Biosearch Italia che ha reso noti i termini della propria offerta azionaria.

Saranno messe sul mercato 3.780.000 azioni ordinarie pari al 32% del capitale attraverso un’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione. Responsabile del collocamento Banca Imi.

L’offerta al pubblico avverrà tra il 24 e il 25 luglio con un lotto minimo di 50 azioni. Pagamento e distribuzione il 31, giorno del debutto sul Nuovo Mercato. Prezzo indicativo, ma non vincolante, tra i 33 e i 42,5 euro.

La società, specializzata in biotecnologie per lo sviluppo e la produzione di nuovi antibiotici, ha chiuso il bilancio del ’99 con un risultato operativo negativo per 619 milioni di lire, salito nel primo trimestre 2000 a 3,2 miliardi. L’azienda nel prossimo futuro non distribuirà dividendi.

Sempre il 25 luglio partirà invece l’offerta pubblica di sottoscrizione di Inferentia Spa e durerà fino al giorno dopo.

L’offerta globale della società di consulenza e servizi per l’e-business sarà realizzata tramite il collocamento di 900 mila azioni al Nuovo Mercato.

Borsa spa ha nel frattempo disposto l’ammissione alle quotazioni di e.Planet, sempre al Nuovo Mercato. La data di inizio delle contrattazioni e’ ancora da stabilire. Sponsor e specialist dell’operazione della società telefonica privata è Banca Akros.

Due società invece hanno appena approvato la richiesta di quotazione.

Si tratta di Granarolo spa che ha anche approvato un aumento di capitale a pagamento.
E di Acqua.net spa, socialità bresciana specializzata nell’offerta on line di prodotti idro-termosanitari. Quest’ultima ha scelto per il collocamento il Nuovo Mercato.

Intanto al Grey Market di Londra le IPO italiane in attesa di quotazione vengono trattate in rialzo.

Cairo communication, che arriva sul Nuovo Mercato mercoledì 19 luglio, ha un ask tra i 60 e i 70 euro, e un’offerta tra i 65 e gli 85 euro rispetto ad un prezzo di offerta di 65 euro.

Mentre per Burani, il cui prezzo deve ancora essere reso noto, il range dell’offerta e’ tra i 6,97 e gli 8,78 euro.