Investitori a BofA: picco Borse nel secondo semestre

18 Aprile 2018, di Livia Liberatore

Secondo il sondaggio diffuso ad aprile da Bank of America Merrill Lynch, il 40% degli investitori si aspetta un picco azionario nella seconda metà del 2018, mentre il 39% pensa che il picco si raggiungerà nel 2019 o dopo. Il 18% crede che i mercati abbiano già raggiunto il picco. Nel sondaggio sono state intervistate 216 persone con $ 646 miliardi di patrimonio gestito.

Le allocazioni degli investitori in titoli azionari sono scese al 29%, al minimo di 18 mesi del 29% dal 41% di marzo. Anche l’allocazione alle azioni tecnologiche globali è calata in modo brusco, fino a un minimo di cinque anni. Riguardo l’impatto delle preoccupazioni politiche, il 64% dei gestori di fondi ha affermato di temere l’impatto sul settore tecnologico di un aumento delle norme antitrust, fiscali e sulla privacy e il 38% teme in particolare la minaccia di una guerra commerciale fra Cina e Stati Uniti.

Le aspettative per la crescita globale sono scese al livello più basso dal referendum britannico sulla Brexit a giugno 2016, con solo il 5% che si aspetta che l’economia globale sia più forte nei prossimi 12 mesi. Gli investitori vedono anche raggiunto o imminente il picco degli utili, con solo il 20% che prevede profitti da migliorare nel prossimo anno, un minimo di 18 mesi. Michael Hartnett, capo degli investimenti strategici della BoAML, ha dichiarato:

“I tori sono stati messi a tacere ma non sconfitti, come dimostrano le maggiori allocazioni di cassa e le basse aspettative di crescita. Ma non sono arrivati a una vera capitolazione, con la maggior parte degli investitori che dice che il picco nel mercato azionario deve ancora venire”.