Investimenti: previsto un boom per i fondi multi asset

di Redazione Wall Street Italia
7 Ottobre 2015 12:28

NEW YORK (WSI) – Gli investitori istituzionali puntano sui fondi multi-asset alla ricerca di rendimento. Questo in sintesi il dato che emerge dall’ultima indagine condotta da NN Investment Partners (ex ING Investment management) che ha coinvolto 105 investitori istituzionali a livello globale.

L’indagine condotta dalla società quotata in borsa con sede legale a L’Aia, rivela che il 65% degli investitori, quasi due terzi, si aspetta che l’esposizione sui fondi multi-asset cresca nei prossimi tre anni. Il 45% degli investitori invece ritiene che le strategie multi-asset dovrebbero avere un ruolo centrale all’interno di un portafoglio, mentre il 16% le vede come una forma di allocazione alternativa.

Per il 16% le suddette strategie dovrebbero essere usate come allocazione alternativa per diversificare i portafogli, il 15% le vede come un elemento “satellite” che aggiunge alfa al portafoglio e il 14% vede il multi-asset come complemento dei portafogli di proprietà gestiti internamente.

La forte preferenza degli investitori per i fondi multi-asset risulta evidente visto che il 75% degli intervistati considera queste strategie come un buon investimento in grado di aggiungere valore, il 14% che ne è “fortemente convinto” e solo il 4% che “non è d’accordo”.

“I mercati finanziari sono sempre più integrati a causa della globalizzazione. Ciò ha portato a una maggiore e più rapida diffusione delle informazioni e, in loro risposta, a reazioni sempre più rapide e complesse”- commenta Valentijn van Nieuwenhuijzen, head of Strategy, Multi-Asset presso NN Investment Partners e gestore dei comparti NN (L) First Class Multi Asset e First Class Multi Asset Premium.

“Di fronte a tali sfide” – continua Van Nieuwenhuijzen – “non sorprende che gli investitori preferiscano delegare le decisioni d’investimento a team multi-asset con la capacità e l’esperienza necessarie per raccogliere ed elaborare grossi volumi d’informazioni e in grado di reagire in fretta di fronte a rischi e opportunità”.

(Aca)