Intesa SanPaolo: approvato il bilancio 2018

26 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Il cda di Intesa Sanpaolo ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2018 che recepiscono i risultati già resi noti al mercato.

Nel dettaglio l’istituto guidato da Carlo Messina ha chiuso il 2018 con un utile netto di 4,05 miliardi di euro, in salita dai 3,82 miliardi contabilizzati nel 2017, mentre i proventi operativi netti sono stati pari a 17,88 miliardi di euro, in aumento dello 0,2% rispetto ai 17,84 miliardi ottenuti nell’esercizio precedente.

I dati superano le attese del consensus che prevedeva per l’intero 2018 un utile netto nell’intorno dei 4 miliardi di euro, in salita dai 3,8 miliardi dell’anno precedente.

Intesa SanPaolo: utili in calo nel quarto trimestre

Guardando al quarto trimestre 2018, l’utile netto è stato di 1,04 miliardi di euro in calo rispetto a 1,43 miliardi contabilizzati negli ultimi tre mesi del 2017, mentre i proventi operativi sono stati pari a 4,19 miliardi di euro, in calo dell’1,9% rispetto ai 4,27 miliardi dello stesso periodo del 2017. A fine 2018 i finanziamenti verso la clientela erano pari a 394 miliardi di euro, in crescita dell’1,5% rispetto al 31 dicembre 2017.

Per il 2019 le prospettive sono rosee visto che la banca guidata da Messina prevede un aumento del risultato netto rispetto al 2018 conseguente a una crescita dei ricavi e al tempo stesso al taglio dei costi operativi.

Confermata anche la proposta di distribuzione di un dividendo cash da 19,7 centesimi per azione, che sarà sottoposta all’assemblea del 30 aprile. La distribuzione cash, se approvata dall’Assemblea, avrà luogo a partire dal giorno 22 maggio 2019 (con stacco cedole il 20 maggio e record date il 21 maggio). A Piazza Affari il titolo Intesa perde lo 0,38% in una giornata faticosa per tutto il comparto bancario.