Intesa San Paolo, Mezza Torino sfiducia Benessia (MF)

4 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Ancora nel fine settimana aveva fatto sapere di non avere alcuna intenzione di rassegnare le dimissioni da presidente della Compagnia di San Paolo, ma ora che 13 dei 21 consiglieri della fondazione torinese, con una lettera inviatagli ieri, lo hanno di fatto sfiduciato, Angelo Benessia non potrà che prenderne atto, rimettendo il proprio mandato nella mani del consiglio. Lo statuto della Compagnia di San Paolo non prevede il voto di sfiducia nei confronti del presidente ma, poichè quest’ultimo è nominato direttamente dal consiglio generale, l’emergere di una maggioranza fortemente critica sul suo operato ne rappresenta di fatto una richiesta di dimissioni.” E’quanto si legge oggi su MF, che continua dicendo: “la partita sul rinnovo del Cdg di Intesa Sanpaolo almeno formalmente, è ancora aperta e Benessia sembra comunque intenzionato a giocarla fino in fondo. Non si spiegherebbe altrimenti la decisione dello stesso Benessia di convocare per oggi un comitato di gestione della Compagnia di San Paolo per individuare un altro nome da affiancare a quello dell’economista Andrea Beltratti in vista della riunione del comitato nomine di Intesa Sanpaolo che dovrà selezionare i futuri consiglieri di gestione della banca e il loro presidente. Benessia sembra comunque determinato a raggiungere l’altro obiettivo che si era proposto: la “discontinuita” al vertice operativo della banca, ovvero la sostituzione di Enrico Salza con un altro candidato. Alla resa dei conti mancano pochi giorni. Oggi il Consiglio di Sorveglianza della banca nominerà il comitato nomine ed è probabile che la decisione finale sulla composizione del consiglio di gestione e del suo presidente possa arrivare già entro la fine della settimana.”