IN VENETO GLI STRANIERI SONO IL 10%

16 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Padova, 16 mar – In base ai dati ufficiali, a fine 2005 la popolazione straniera residente nel Veneto ha superato quota 320 mila, con un aumento di circa 33 mila immigrati rispetto all’anno precedente. Ma i dati ancora ufficiosi sulle regolarizzazioni nel corso del 2006 indicano che le presenze straniere sono già circa 400 mila, avvicinandosi quindi al 10 per cento della popolazione veneta. Lo ha reso noto l’assessore regionale ai flussi migratori Oscar De Bona oggi a Padova presentando il Rapporto annuale 2006 sull’immigrazione. Il Veneto si conferma la seconda regione in Italia per numero di presenze straniere, dopo la Lombardia (665 mila) e prima dell’Emilia Romagna (288 mila). Gli stranieri provenienti dalla Romania (oltre 22 mila) a fine 2005 stavano per raggiungere quelli provenienti dal Marocco (più di 26 mila), che sono sempre stati primi per numero di presenza. Questa tendenza all’europeizzazione dell’immigrazione è proseguita anche nel 2006. Importante la crescita della componente femminile (47%) che è ormai quasi alla pari con quella maschile.