Imprese ai tempi del coronavirus, come trasformare la crisi in opportunità

27 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

L’epidemia di coronavirus in rapida ascesa su scala mondiale sta colpendo duramente le aziende. Molte sono state costrette a ridimensionare o bloccare completamente l’ attività nel tentativo di soffocare la diffusione del virus, senza sapere per quanto tempo ancora dureranno i blocchi.

Mentre l’incertezza resta alta, ci sono tuttavia una serie di cose che le aziende possono fare ora per prepararsi alla riapertura. Ad elencarle in un articolo di CNBC è Nicholas Bahr, esperto di gestione dei rischi presso la società di consulenza DuPont Sustainable Solutions.

“È  il momento di trasformare il rischio in un’opportunità” ha spiegato  Bahr,  che ha alle spalle 35 anni di esperienza nella consulenza per le aziende che si trovano a navigare in acque agitate a causa di crisi geopolitiche, attentati terroristici, compreso l’11 settembre.

In una crisi senza precedenti, causata dall’emergenza sanitaria del coronavirus, ecco i consigli che Bahr rivolge agli imprenditori.

  • Prenditi cura dei dipendenti: stabilisci comunicazioni “solide e frequenti” con i dipendenti per capire in che modo sono colpiti dal virus e fornisci rassicurazioni laddove possibile su come prevedi di sostenerli;
  • Costruisci un sistema di governance – Crea un sistema di governance per il processo decisionale, concentrandosi sui dati piuttosto che sulle emozioni.
    Ciò può comprendere tre livelli: il primo che riguarda l’immediato, vale a dire le persone e le attività quotidiane; il secondo a medio termine sulla conservazione della liquidità. L’ultimo che riguarda il lungo periodo, che considera la possibilità di un grande impatto economico negativo.
  • Esegui valutazioni del rischio – Anche se hai un piano sulla valutazione del rischio esistente, questo potrebbe non essere più adatto. Creane uno nuovo incentrato sulle misure di igiene e sicurezza necessarie per salvaguardare le persone, le finanze, la tecnologia e le operazioni durante l’epidemia.
  • Spingi la comunicazioni esterna – “Durante una crisi, la tua più grande merce è la fiducia”, osserva Bahr. Prenditi del tempo per rassicurare tutti i clienti, le parti interessate e il pubblico in generale che stai prendendo le misure appropriate per combattere l’epidemia e anche contribuendo a una risoluzione. I social media possono essere un’ottima piattaforma per questo, nonché un mezzo per reperire idee dai clienti.
  • Valuta le catene di approvvigionamento: scopri se i tuoi clienti sono ancora clienti e cosa richiedono ora da te. Quindi parla con i fornitori in modo da capire che cosa possono offrirti, facendo attenzione a non promettere troppo.
  • Rivedi i rischi operativi: valuta tutti gli aspetti operativi della tua attività e crea un elenco di controllo pre-avvio per assicurarti di essere pronto a partire non appena il panorama socioeconomico lo consente.
  • Utilizza i tempi di inattività in modo produttivo: sfrutta al massimo il tempo libero per pensare allo sviluppo di nuovi servizi e procedure. Galvanizza il tuo personale e aiutalo a sentirsi produttivo e apprezzato coinvolgendolo in questo processo.