Imprenditore lascia e regala azienda ai suoi dipendenti

17 Maggio 2019, di Alessandra Caparello

Arriva dalla Gran Bretagna la storia dell’imprenditore che decide di passare lazienda di famiglia ai suoi dipendenti. A raccontarla il CorSera e protagonista è Julian Richer, fondatore e proprietario di una catena di negozi di prodotti elettronici, Richer Sounds, che alla vigilia del sessantesimo compleanno decide di trasferire il 60% dell’azienda in un fondo fiduciario per i 531 impiegati del gruppo.
Ogni lavoratore sarà dipendente e allo stesso tempo proprietario.

Mio padre è morto all’improvviso a 60 anni. Ho sempre voluto cambiare l’assetto del gruppo e vorrei riuscire a vedere la nuova era.

Così l’uomo spiega le ragioni che lo hanno spinto a questa scelta che ricalca il modello promosso alcuni anni fa dal governo di coalizione conservatore e liberaldemocratico per promuovere efficienza e redditività e in Gran Bretagna l’esempio più celebre risale al 1929 ed è quello della John Lewis Partnership, proprietaria dei grandi magazzini John Lewis, Peter Jones e dei supermercati Waitrose, i cui partner, o soci, sono gli 83,900 dipendenti.

Richer continuerà per il momento a ricoprire il ruolo di direttore generale, anche se sarà presto sostituito da Julie Abraham, che è già amministratore delegato. Ai dipendenti andrà non solo il 60% delle azioni, ma anche un bonus di 1.000 sterline per ogni anno di attività. I 39 dipendenti che lavorano per il gruppo da più di 20 anni riceveranno cifre particolarmente generose.