Immobiliare: prezzi e canoni di affitto giù fino al 2022, ripartenza dal 2024

23 Giugno 2020, di Alessandra Caparello

Le previsioni  sull’andamento dei prezzi e dei canoni di locazione fino al 2025 per il mercato Italia, Milano e Roma, sia lato residenziale che degli uffici fa parte di uno studio sul mercato immobiliare ‘Valutare nell’incertezza – Un modello previsivo 2020 – 2025” a cura di Mario Breglia (Scenari Immobiliari) e Stefano Stanghellini (Professore ordinario di estimo già Presidente della società italiana di estimo e valutazione), illustrato nel corso di una web conference organizzata da Scenari Immobiliari.

Dal modello econometrico dello studio emerge che tutte le previsioni si caratterizzano per avere una discesa nel breve periodo seguita da una fase ascendente nel medio periodo.
A differenziare i risultati dei diversi comparti, si legge nella nota, emergono elementi, quali la durata della discesa, la permanenza in una fase “piatta” negativa e quindi i tempi e la velocità di risalita e il livello previsto per il 2025: in alcuni casi ritorna quello del 2019, in altri è inferiore mentre in altri ancora è maggiore.

Prezzi e canoni di affitto in calo fino al 2022

Secondo lo studio, i prezzi e i canoni di affitto in Italia saranno in calo fino al 2022 e la ripartenza si avrà solo dal 2024.  È probabile che, in parte, a “soffrire” saranno comunque gli immobili con location meno privilegiate.
In questi casi i prezzi risentiranno sia del calo dei canoni di locazione che dei rendimenti attesi più alti.

Nel medio termine, a cominciare dalle zone più centrali, l’effetto dovrebbe risultare sempre meno marcato fino a quasi scomparire.

Per quanto riguarda il mercato degli immobili “prime” (terziario cielo-terra, top location, di qualità superiore, con conduttori di livello primario), sia a Milano che a Roma, il calo, anche nel breve termine, è relativamente contenuto e il ritorno alla situazione pre-crisi più veloce.