Immobiliare: investitori preferiscono Londra

7 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La città su cui gli investitori stranieri preferiscono puntare per l’acquisto di abitazioni non è più New York, bensì Londra. E’ quanto risulta da un sondaggio che è stato condotto nel quarto trimestre dello scorso anno dalla società James A. Graaskamp Center for Real Estate, Wisconsin School of Business.

I partecipanti al sondaggio fanno parte dell’associazione Association of Foreign Investors in Real Estate (AFIRE), ovvero associazione di investitori esteri nel settore immobiliare.

Gli Stati Uniti e la Germania sono considerati i paesi più stabili e sicuri per completare operazioni di compravendite di case.

Tra i mercati emergenti migliori per fare investimenti immobiliari, compaiono i nomi di Cina, Brasile, Messico, Perù e Colombia.

Sugli Usa, gli investitori lamentano una tassazione eccessiva nel completare gli investimenti; di conseguenza, il Regno Unito, viene considerato più attraente.

Tra le città, Londra si conferma dunque la destinazione prescelta; seguono New York, San Francisco, Houston, Los Angeles. Washington D.C. scende al nono posto, dopo Tokyo, Madrid e Monaco.