Immobiliare: arriva la startup che affitta, ristruttura e subaffitta le case

7 Gennaio 2020, di Alessandra Caparello

Rimettere a nuovo seconde e terze case per renderle più appetibili sul mercato è l’obiettivo di RentApp, una startup innovativa del rent-to-rent che si rivolge ai proprietari immobiliari che nonostante il successo degli affitti brevi, preferiscono spesso cerca la sicurezza di poter affittare sul lungo periodo.

RentApp: di cosa si tratta

RentApp è un nuovo operatore innovativo del mercato immobiliare nel Rent to Rent italianoche comprende tutte le aziende che generano reddito attraverso la sublocazione e il subaffitto di appartamenti sfitti, garantendo alla proprietà una rendita continuativa fissa, sgravandola completamente da tutti quelli impegni, amministrativi e operativi, derivanti dalla messa a reddito di un immobile. RentApp, che vede tra i fondatori anche SeedMoney, il club di business angel che ha contribuito al successo di tante startup, ha scelto di affidare la gestione delle operazioni di affitto breve a un partner strategico, CleanBnB, leader nel mercato dello short rent e del property management e prima azienda del settore ad essersi quotata in Borsa.
Nei primi 9 mesi del 2019 CleanBnB ha gestito oltre 700 immobili in Italia per un totale di 18.603 soggiorni, entra così in un mercato come quello degli alloggi privati che in Italia ha un valore stimato pari a 140 miliardi di euro (+40% rispetto al 2014), c’è oggi moltissimo spazio per un operatore professionale che intercetti l’offerta residenziale di locazioni a lungo termine e la intermedi con la domanda di affitti a breve termine.

Nel team di RentApp anche il Prof. Ezio Bruna come membro dell’Advisory Board.

“Con la sua esperienza di oltre 30 anni nel mercato immobiliare-  ha sottolineato Luca Orthmann CEO di RentyApp – garantirà coerenza nella scelta degli immobili per massimizzare la redditività delle singole operazioni, nel rispetto degli obiettivi che ci siamo prefissati” .

Ma RentApp, oltre all’esperienza del suo team e dei suoi partner, potrà presto contare anche su un algoritmo proprietario che analizza i big data degli affitti (a breve e lungo termine), predeterminando in tempo reale il massimo prezzo di locazione long term efficiente per un dato immobile, massimizzandone così la marginalità.

RentApp inoltre ha appena annunciato, in occasione dello StartupItalia Open Summit 2019, il principale evento italiano dedicato all’innovazione e alle startup, l’avvio di una campagna di equity crowdfunding su crowdfundme.it.

RentApp: come funziona

Come funziona RentApp lo spiega Luca Orthmann, CEO e co-founder: “Il proprietario mette a reddito il suo appartamento affittandolo a RentApp. Saremo noi a ristrutturarlo e locarlo con la formula più vantaggiosa dell’affitto breve, mantenendolo sempre in perfette condizioni e occupandoci di tutto”.

Grazie al nostro team interno di architetti, riqualifichiamo a tempo di record gli immobili sfitti che non sono pronti per la messa a reddito – spiega ancora Orthmann – in soli 30 giorni, appartamenti e ville fermi sul mercato da tempo acquistano maggior valore, perché li ristrutturiamo e riammoderniamo l’arredamento.
Questo senza che il proprietario debba perderci del tempo e anche se non ha del denaro da investire. Anzi: siamo noi a investire al posto dei proprietari e al termine del contratto di locazione cediamo loro gratuitamente il nuovo arredamento».